Contatto Segnala il Sito
Pagina iniziale del PortaleCerca nel Portale
Home » TE SUSU MAZZE E CORNE  
Comunicati
»Internet e promozione
»Pro loco del Salento
»1073 Visitatori al giorno
»1336 Visitatori al giorno
»MESSAGGIO DI PASQUA
··TE SUSU MAZZE E CORNE
»Furto all'Info point
»Ringraziamo...
»Primo Soccorso
»Raccontateci....
»Un sorriso in più
Conosci il Salento
Accedi all'Area Riservata
Le Aree!
»Grecia Salentina
»Nord Salento Adriatico
»Nord Salento Jonico
»Sud Salento Adriatico
»Sud Salento Jonico
Itinerari nel Salento

Ovvero: lu moniceddru guardau la cozza e disse sì curnuta…

TE SUSU MAZZE E CORNE Ovvero: lu moniceddru guardau la cozza e disse sì curnuta…
info point pro loco salento

Gentili lettori:

Questa mattina abbiamo avuto modo di leggere l'articolo di Antonio Memmi, che non abbiamo ancora avuto il piacere di conoscere personalmente, uscito sull’ultimo numero del Gallo, periodico indipendente.

Intendiamo pertanto ringraziare chi ha dedicato tanta attenzione alla nostra attività collocandola automaticamente tra le iniziative maggiormente degne di nota dell'ultimo periodo.

Vorremmo prima di ogni cosa invitare il sig. Memmi a consultare il dizionario latino per verificare l'etimologia della parola Pro Loco che assume carattere di pura definizione letterale: Pro Loco = per/ a favore del luogo.

Ci chiediamo perché questa definizione urta la sensibile anima di alcuni, dal momento che attualmente sono veramente poche e in via di estinzione le associazioni a Casarano che vogliono o POSSONO essere PRO Casarano.

Da parte della Cooperativa S.T.S. era stata presentata domanda di gestione dello sportello turistico nello scorso Maggio e, dopo aver coltivato vane speranze di risposta da parte degli organi competenti fino alla fine di Luglio, si è deciso a nostre spese e senza alcun contributo comunale, di venire incontro a tutti quei turisti che vedevamo ogni giorno aggirarsi con aria afflitta e sperduta per il centro storico del paese.

Consci del ritardo con cui abbiamo messo a disposizione le nostre energie a titolo gratuito, per contro non ci riteniamo volontari a tal punto da provvedere di tasca nostra anche alla stampa di opuscoli e piantine del paese, opuscoli dei quali abbiamo avuto una fornitura talmente ridotta da esaurirsi nel primo giorno di apertura.

Nonostante ciò per fortuna la tecnologia e lo spirito di adattamento ci permettono di sopperire alla mancanza di materiale cartaceo e fornire comunque un ottimo servizio, a detta dei simpatici turisti che vengono a visitarci. Tutto questo nel pieno spirito di collaborazione costruttiva con le altre associazioni culturali del paese per promuovere quel poco che è rimasto da promuovere della nostra città e nella consapevolezza che siamo la personificazione del detto salentino: "TE SUSU MAZZE E CORNE".

Ringraziamo inoltre il sig. Memmi per la arguta considerazione circa i servizi linguistici da noi offerti durante gli itinerari turistici in Casarano e dintorni.

Non ci sembra vero, infatti, che qualcuno abbia notato come i Casaranesi non siano interessati alle guide nel paese, che tra l’altro presumiamo conoscano bene, accompagnati da traduttori in varie lingue tra cui arabo e giapponese.

In effetti i servizi linguistici in lingua straniera in genere sono destinati a turisti stranieri, ma prendiamo debita nota di una lacuna nel nostro servizio e quindi cercheremo di offrire ai concittadini un servizio di guide in vernacolo, così come potremo aiutare chi di dovere a correggere gli sbroccoli presenti su alcuni cartelli informativi applicati a fronte dei monumenti cittadini aggiungendovi, se necessario, un’ulteriore descrizione sempre in vernacolo.

Per ciò che riguarda l’interesse culturale verso l’intero territorio casaranese vogliamo sottolineare che la Chiesa di Casaranello è puntualmente inserita nei nostri itinerari e il nostro pensiero è costantemente rivolto anche agli altri monumenti cittadini che purtroppo per essere meglio conservati sono rigorosamente impacchettati o chiusi.

Vorrei a questo proposito puntualizzare il fatto che la Chiesa di S. Croce ha per me un valore particolare, poiché ha un’origine importantissima e che non viene menzionata sulle guide di Casarano perché nessuno ha mai affrontato il problema con criterio. Proprio sulla suddetta Chiesa ho avuto modo di discutere con Michele D’Elia e Paul Bahn con i quali siamo arrivati ad ipotizzare una determinata storia che potrebbe trovare riscontro solo con scavi archeologici.

Riguardo alla gratuita gestione della stessa Chiesa da parte di un’associazione di volontari che comunque svolge un lavoro ammirevole e con i quali c’è un rapporto di amicizia, vorrei riportare una delibera di giunta comunale, numero 196 del 2007, solo per correttezza di informazione, in cui la stessa associazione era destinataria di somme per circa 5.000 Euro.

Un particolare ringraziamento devo al sig. Memmi, per la sua giusta e puntuale considerazione sulle mie carenze conoscitive a proposito del concetto di “fare sistema”, ma è anche vero che la nostra iniziativa è stata un grande stimolo alla nascita, rapidissima, di uno sportello simile ma più accreditato, il quale, se noi abbiamo aperto sancendo l’inizio del controesodo, è stato puntualissimo ad aprire in concomitanza con la fine del controesodo, quello che un tempo la tradizione definiva come la stagione “te le fiche”, cioè il trasferimento dopo la stagione balneare in campagna per la preparazione ai lavori autunnali.

Voglio precisare che la collaborazione della Cooperativa S.T.S. con l’associazione Pro Loco del Salento è finalizzata ad offrire un servizio al territorio cittadino e salentino. La nostra disponibilità di collaborazione è ovviamente indirizzata anche verso le altre realtà associative territoriali ed anche verso l’istituzione amministrativa cittadina per la quale proviamo profondo rispetto.

Non riusciamo ancora a capire cosa ci sia dietro a un attacco del genere da parte di un giornalista (?) a un’iniziativa privata, quale può essere anche l’apertura di un negozio, che tra l’altro si propone in buona fede e, ribadiamo, in forma del tutto gratuita, di offrire al paese un servizio di promozione.

p.s. Riguardo alla felice citazione con cui il suddetto giornalista conclude il suo articolo: “Pensare male è peccato ma non ci si sbaglia quasi mai” chiediamo al sig. Memmi di affrontare coraggiosamente l’incerto basolato di Piazza Diaz per venirci a trovare e parlare con noi a viso aperto di ciò che abbiamo potuto commettere di tanto grave da turbarlo così profondamente e chiudere magari questa vicenda con un andreottiano bacio.

Dr. Alessandro De Marco e Staff Associazione Pro Loco del Salento
Ultimo aggiornamento: 22/08/2008 (20:31)

Facebook
Iscriviti al nostro
Gruppo su Facebook

Segnala la pagina

Da leggere:
»Pro loco del Salento
»Le Tavole di San Giuseppe
»Da vedere a Cutrofiano
»I Luoghi di Don T. Bello
»Da Otranto a Leuca
»Santa Sofia
»Sorgenti libere!
Soggiornare nel Salento!

La tua Struttura

Vuoi inserire la tua Struttura Ricettiva su ProlocoSalento? Contattaci...
Tel. 368/3413297

Versione StampabileVersione stampabile

Cerca nel Portale delle Pro Loco
 
Home Il Consiglio Modulo di Contatto Segnala il Sito Cerca GuestBook

Ass.ne Pro Loco del Salento
Viale Francesco Ferrari 5, Casarano Lecce
Per informazioni: Tel./Fax 0833/513351
Giuseppe Botrugno: e-mail - Beatrice Arcano: e-mail
E-mail: info@prolocosalento.it
Vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti del sito.
L'Associazione non è responsabile
dei documenti e delle foto pubblicate dalle singole Associazioni aderenti.