Contatto Segnala il Sito
Pagina iniziale del PortaleCerca nel Portale
Home » Dolci di Natale  
Piatti delle feste
»Le pittule
»Pucce e pizzi
»RAPE 'NFUCATE
»BACCALA'
»VERMICELLI CU LU BACCALA’
»Capitone arrostito
»Insalata di polipo
»Calamari ripieni
»Le verdure fresche
»Agnello alla gallipolina
··Dolci di Natale
»Cenone di capodanno
»Sartù di riso
»Pasticciotto
»Sagne 'ncanulate
»Ciceri e tria
»Zeppole
»Polpette di cavallo
»Mandorle riccie
»Spaghetti: sugo di cozze
»Simulata con le cozze
»Riso, cozze e patate
»Lampascioni
»Quaresimali
»Agnello al forno
Conosci il Salento
Accedi all'Area Riservata
Le Aree!
»Grecia Salentina
»Nord Salento Adriatico
»Nord Salento Jonico
»Sud Salento Adriatico
»Sud Salento Jonico
Itinerari nel Salento

CARTELLATE E PORCEDDRUZZI

A NATALE: CARTELLATE E PORCEDDRUZZI

cartellate e purcidduzzi

Oggi le “cartellate” costituiscono per i pugliesi il dolce natalizio per antonomasia, mentre un tempo erano un dolce chiamato a suggellare molte liete occasioni in ogni periodo dell’anno. Incerta è l’etimologia, ma di certo la loro produzione è molto antica, sono infatti d’origine romana prima e araba dopo. Nel Salento, con lo stesso procedimento delle cartellate si producono dei piccoli gnocchi detti “purcidhruzzi” e le “Chinuliddhe” ripiene di marmellata, italianizzate con il nome di “Cuscino di Gesù Bambino”.

Ingredienti: 1 kg di farina di grano duro setacciata, 1 dl di olio, vino bianco secco, un pizzico di sale, vincotto, miele, cannella in polvere, “anisini”, olio.

Preparazione. Impastate la farina con l’olio, il sale e un poco di vino bianco secco.

Amalgamate bene il tutto, raccoglietela, arrotolatela e avvolgetela in un panno dove deve riposare per un paio d’ore. Quindi infarinate leggermente la spianatoia e ponetevi sopra l’impasto, lavoratelo un poco e tiratelo con l’aiuto del matterello fino a ricavarne delle sfoglie sottilissime.

Col tagliapasta dentellato ricavate delle losanghe con cui formerete rosette, farfalle, fiocchi o semplici rombi e altre forme a piacere e friggetele in ottimo olio di frantoio aromatizzato con bucce di limone o mandarino; ritirateli dall’olio ben dorate e croccanti e ponetele su carta assorbente.

Quindi confittatele immergendole velocemente in miele caldo e aromatizzatele con cannella e anisini.

Anche le pittule possono essere inzuppate nel cotto.

Progetto

Progetto a cura dei ragazzi del C.I.F.I.R di Racale coordinati dal Prof Giuseppe Botrugno A.S. 2011/2012

I PIATTI DELLE FESTE di Gallipoli e dintorni Liberamente tratti da scritti di Massimo Vaglio

Ultimo aggiornamento: 06/04/2012 (21:24)

Facebook
Iscriviti al nostro
Gruppo su Facebook

Segnala la pagina

Da leggere:
»Pro loco del Salento
»Le Tavole di San Giuseppe
»Da vedere a Cutrofiano
»I Luoghi di Don T. Bello
»Da Otranto a Leuca
»Santa Sofia
»Sorgenti libere!
Soggiornare nel Salento!

La tua Struttura

Vuoi inserire la tua Struttura Ricettiva su ProlocoSalento? Contattaci...
Tel. 368/3413297

Versione StampabileVersione stampabile

Cerca nel Portale delle Pro Loco
 
Home Il Consiglio Modulo di Contatto Segnala il Sito Cerca GuestBook

Ass.ne Pro Loco del Salento
Viale Francesco Ferrari 5, Casarano Lecce
Per informazioni: Tel./Fax 0833/513351
Giuseppe Botrugno: e-mail - Beatrice Arcano: e-mail
E-mail: info@prolocosalento.it
Vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti del sito.
L'Associazione non è responsabile
dei documenti e delle foto pubblicate dalle singole Associazioni aderenti.